Legge regionale 27 gennaio 1981, n. 5.

Legge regionale 27 gennaion. Testo coordinato. Interruzione ferie [1] All'art. Formazione e aggiornamento professionale Congedo per gravidanza e puerperio [1] La lettera g dell'art. Congedo per cure [1] L'art. Il dipendente e' tenuto a documentare tale necessita', tramite produzione di certificato rilasciato dal medico curante attestante il tipo di cura cui deve sottoporsi, la durata delle stesse e la localita' prescelta.

Al suo rientro il dipendente deve documentare all'Amministrazione l'avvenuta terapia. Contrattazione decentrata [1] Nell'ambito e nei limiti stabiliti dalla disciplina dell'accordo contrattuale nazionale, la Giunta Regionale adotta le decisioni nelle materie di seguito indicate previo confronto in sede regionale con le OO. Trasferimento di personale tra Regioni e gli Enti locali [1] Ferma restando la normativa di cui agli artt. Progressione economica nell'ambito di ciascun livello funzionale Beneficio da riparametrazione [1] A decorrere dall' al personale inquadrato nel ruolo unico regionale sono attribuiti i seguenti benefici economici mensili lordi: Livelli Stipendi iniziali annui Benefici mensili I 2.

Assegni ad personam [1] Gli assegni ad personam mensili di cui il personale e' in godimento in virtu' della L. Inquadramento di personale comandato tra le Regioni [1] I dipendenti regionali che sono in posizione di comando presso altre Regioni alla data delpossono essere a queste trasferiti alle condizioni e con le modalita' di cui al precedente art. Anticipazione dei benefici [1] I benefici mensili di cui alla deliberazione della G.

Attribuzione dei livelli [1] Ferme restando le decorrenze degli effetti economici espressamente indicate negli articoli che precedono l'attribuzione dei nuovi livelli derivanti esclusivamente dal presente contratto decorre, ai fini giuridici, per il computo dell'anzianita' occorrente per i concorsi interni, per i passaggi di livello, per l'applicazione degli istituti normativi di carattere non economico che non comportano incremento nell'onere della spesa, dall', ovvero dalla data dell'effettivo conseguimento se successiva.

Norma di rinvio [1] Restano in vigore le norme vigenti sul personale che non siano state sostituite o modificate dalla presente legge, sono fatte salve le condizioni di miglior favore per i dipendenti sempre che non siano esplicitamente disciplinate dalla presente legge o dalla L. Oneri finanziari [1] All'onere derivante dall'attuazione della presente legge, valutato in 3.Il Consiglio regionale ha approvato.

Promulga la seguente legge. La presente legge, nel rispetto dei principi fondamentali contenuti nella legislazione statale e in particolare nel decreto del Presidente della Repubblica 6 giugnon. La Regione esercita: a le funzioni amministrative di cui agli articoli 94, 96, 97 e 99 del d. Sono delegate alla provincia competente per territorio le funzioni del dirigente o responsabile del competente ufficio comunale di cui agli articoli 68, 69 e 70 del d. Le province adottano, entro centoventi giorni dalla pubblicazione della presente legge, il provvedimento di organizzazione per la costituzione degli uffici di vigilanza e controllo di cui al comma 4.

Agli effetti della presente legge per variante sostanziale al progetto ai fini sismici si intende quella che comporta qualunque intervento sulle strutture, salvo quanto previsto alla lettera b del comma 3. Ai casi di cui al comma 3 non si applicano le disposizioni di cui al presente Titolo. In tal caso il termine di cui al comma 3 decorre dalla data di ricezione della documentazione integrativa o dei chiarimenti richiesti. Qualora, a seguito della verifica tecnica o della valutazione di sicurezza, sia necessario eseguire interventi, il soggetto interessato deposita direttamente il progetto esecutivo riguardante le strutture o la richiesta di autorizzazione sismica secondo quanto previsto dagli articoli 8, 9, 10 e In tali casi la verifica o la valutazione sono parte integrante del progetto esecutivo riguardante le strutture.

La provincia competente individua il soggetto che deve esercitare le funzioni di cui agli articoli 96, comma 2, 97 e 98 del d. Le risorse derivanti dal versamento del rimborso forfettario per le spese istruttorie sono riscosse dalla provincia competente per territorio e concorrono, esclusivamente, alla copertura delle spese per il personale, per la sua formazione e aggiornamento e per il funzionamento delle strutture tecniche competenti.

Nel caso in cui le violazioni contestate siano risolte con successivi adempimenti tecnici approvati dalla provincia, secondo la vigente normativa tecnica in materia di costruzioni in zone sismiche, i relativi lavori possono essere ripresi.

La legge regionale 20 agoston. La legge regionale 14 maggion. La legge regionale 6 aprilen. La presente legge entra in vigore il centoventesimo giorno successivo alla sua pubblicazione.

Aggiornato al con n. Indietro Legge regionale 27 gennaion. Cerqua, G.

legge regionale 27 gennaio 1981, n. 5.

Canzio, L. Luparia, Cedam Editore, L'opera, articolata in due volumi, analizza approfonditamente i profili sostanziali e processuali del Trattato di procedura penale G. Spangher, G. Dean, A. Scalfati, G. Garuti, L. Filippi, L. Guida pratica al Processo Telematico aggiornata al D. Della Costanza, N.

Consiglio Regionale

Formulario degli atti notarili A. Avanzini, L. Iberati, A.Regione Toscana. Legge Regionale n. Modifiche all'articolo 7 della legge regionale 27 giugnon. La rubrica dell'articolo 7 della legge regionale 27 giugnon.

Il comma 1 dell'articolo 7 della l. I contributi di cui all'articolo 17, comma 3, della legge 9 dicembren. Dopo il comma 1 dell'articolo 7 della l. I contributi, come stabiliti dal comma 1, decorrono a partire dalla produzione geotermoelettrica ; gli aggiornamenti annuali di cui all'articolo 1, comma 2, della legge 8 novembren.

La Regione e i comuni geotermici destinano il gettito dei contributi come determinati dal comma 1, e i canoni previsti dall'articolo 17 della l. Al comma 2 dell'articolo 7 della l. Dopo il comma 3 dell'articolo 7 della l. La consegna di cui all'articolo 35 del regio decreto 29 luglion. L'atto si perfeziona con l'accettazione da parte dell'amministrazione, previo accertamento dell'avvenuta esecuzione di tutte le opere necessarie per la messa in sicurezza.

Fino all'accettazione, il titolo minerario si intende prorogato solo per quanto attiene agli oneri e agli impegni del concessionario derivanti dalla concessione. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge della Regione Toscana.

Firenze, 27 gennaio Scegli il testo:. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Cerca nel sito. Leggi regionali Legge regionale 27 gennaion. Data di entrata in vigore:. La spesa autorizzata con l' articolo 4, lettera bdella legge regionale 26 aprilen. La spesa autorizzata con l' articolo 4, lettera cdella legge regionale 26 aprilen.

La spesa autorizzata con la legge regionale 22 giugnon. La spesa autorizzata con l' articolo 26 della legge regionale 10 novembren. La spesa autorizzata con l' articolo 27 della legge regionale 10 novembren. La spesa autorizzata con la legge regionale 28 aprilen.

La spesa autorizzata con l' articolo 21 della legge regionale 22 maggion. La spesa autorizzata con l' articolo 24 della legge regionale 3 giugnon. La spesa di lire 4 miliardi, autorizzata con l' articolo 17 della legge regionale 6 dicembren. La spesa di lire 1. La spesa di lire 2. La spesa di lire 3. La spesa di lire milioni, autorizzata per gli esercizi dal al con l' articolo 10 della legge regionale 8 giugnon.

Rimane ferma ogni altra disposizione delle leggi regionali menzionate negli articoli precedenti, comprese le eventuali successive modificazioni. La predetta spesa fa carico al capitolo dello stato di previsione della spesa del piano finanziario per gli eserciziil cui stanziamento viene elevato, per il periodo relativo agli esercizi dal aldi lire 5 miliardi.Legge regionale 5 marzon.

Regolamento precedente.

leggi regionali a testo vigente

Statuto precedente. Link di salto:. Utility: glossario - mappa - Versione Italiana. Salvo quanto disposto dagli strumenti urbanistici vigenti, oltre i 1. Per usi agrituristici, per i richiedenti aventi titolo ai sensi della legge regionale 31 gennaion. I nuovi fabbricati per allevamenti zootecnico - intensivi debbono distare almeno 50 m. I fabbricati per allevamenti zootecnico - intensivi dovranno inoltre distare almeno m. Le distanze di cui ai commi precedenti, non si applicano agli impianti di acquacoltura e ai fabbricati di loro pertinenza.

I fabbricati per gli insediamenti produttivi di tipo agro-industriali sono ubicati in aree a tale scopo destinate dagli strumenti urbanistici generali oppure nelle zone territoriali omogenee di tipo D, fatti salvi gli ampliamenti degli insediamenti preesistenti, alla data di entrata in vigore della presente legge, di cooperative e di associazioni di produttori agricoli.

Le serre fisse, senza strutture murarie fuori terra, sono equiparate a tutti gli effetti agli altri annessi rustici senza i limiti di cui ai commi precedenti. Per gli edifici esistenti ubicati nelle zone di protezione delle strade di cui al DM 1 aprilen. La demolizione parziale o totale di tali costruzioni corrispondente riduce o elimina il vincolo. Ferme restando le prescrizioni di cui alla legge 10 maggion. Valgono in ogni caso le eventuali norme maggiormente restrittive stabilite dai regolamenti comunali.

Le spese necessarie per la individuazione e disciplina dei beni, di cui al primo e terzo comma, sono ammesse al contributo previsto dalla legge regionale 31 maggion.

Nella sottozona E1 sono consentiti gli interventi di cui agli artt. Nelle sottozone E2 sono consentiti gli interventi di cui agli artt. Nelle sottozone E3 sono consentiti gli interventi di cui agli artt. Negli strumenti urbanistici comunali sono inoltre disciplinate tipologie e caratteristiche costruttive per gli interventi di recupero degli edifici preesistenti, per le nuove edificazioni e i mutamenti di destinazione d' uso, salvaguardando la conservazione del patrimonio storicoambientale rurale e il rispetto delle tradizioni locali.

La ripartizione in sottozone agricole, di cui al precedente art.Scegli il testo:. Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Cerca nel sito. Leggi regionali Legge regionale 2 settembren. Data di entrata in vigore:.

L' onere di cui al comma precedente fa carico al capitolo dello stato di previsione della spesa del piano finanziario per gli esercizi e del bilancio per l' esercizio finanziarioil cui stanziamento viene conseguentemente elevato di lire 3. L' onere di cui al comma precedente fa carico al capitolo dello stato di previsione della spesa del piano finanziario per gli esercizi e del bilancio per l' esercizio finanziarioil cui stanziamento viene conseguentemente elevato di lire milioni per l' esercizio L' onere di cui al comma precedente fa carico al capitolo dello stato di previsione della spesa del piano finanziario per gli esercizi e del bilancio per l' esercizio finanziarioil cui stanziamento viene conseguentemente elevato di lire L' onere di cui al comma precedente fa carico al capitolo dello stato di previsione della spesa del piano finanziario per gli esercizi e del bilancio per l' esercizio finanziarioil cui stanziamento viene conseguentemente elevato di lire 1.

L' onere di cui al comma precedente fa carico al capitolo dello stato di previsione della spesa del piano finanziario per gli esercizi e del bilancio per l' esercizio finanziarioil cui stanziamento viene conseguentemente elevato di lire 2. L' onere di cui al comma precedente fa carico al capitolo dello stato di previsione della spesa del piano finanziario per gli esercizi e del bilancio per l' esercizio finanziarioil cui stanziamento viene conseguentemente elevato di lire 5.

All' onere complessivo di lire Il limite di impegno di lire Lo stanziamento del capitolo dello stato di previsione della spesa del piano finanziario per gli esercizi e del bilancio per l' esercizio finanziarioviene conseguentemente ridotto di lire Il limite di impegno di lire milioni autorizzato con l' articolo 15, della legge regionale 3 giugnon.

Lo stanziamento del capitolo dello stato di previsione della spesa del piano finanziario per gli esercizi e del bilancio per l' esercizio finanziarioviene conseguentemente ridotto a zero ed il capitolo stesso viene soppresso.

Il limite di impegno di lire 1. Lo stanziamento del capitolo dello stato di previsione della spesa del piano finanziario per gli esercizi e del bilancio per l' esercizio finanziarioviene conseguentemente ridotto di lire 3.

Il limite di impegno di lire 50 milioni autorizzato con l' articolo 15, della legge regionale 3 giugnon. Lo stanziamento del citato capitolo dello stato di previsione della spesa del piano finanziario per gli esercizi e del bilancio per l' esercizio finanziario viene conseguentemente elevato, per il piano di lire Dal predetto fondo verranno prelevati gli stanziamenti relativi ai limiti d' impegno che saranno autorizzati con legge regionale per la concessione di contributi pluriennali costanti per l' attuazione degli interventi previsti dagli articoli 1 e 2 della legge 8 agoston.

Nello stato di previsione della spesa del piano finanziario per gli esercizi e del bilancio per l' esercizio finanziario viene istituito al Titolo II - Sezione VI - Rubrica n. Al predetto onere complessivo di lire Le quote autorizzate per gli esercizi dal al faranno carico ai corrispondenti capitoli del bilancio per gli esercizi medesimi.

La presente legge entra in vigore il giorno della sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione. Vedi inoltre Iter delle leggi', 'WT.Legge regionale 13 agoston. Regolamento precedente. Statuto precedente.

Link di salto:. Utility: glossario - mappa - Versione Italiana. Sono o restano abrogate le leggi e regolamenti regionali e disposizioni di leggi regionali di cui all'elenco allegato alla presente legge. Elenco leggi, regolamenti e disposizioni di leggi regionali di cui all'articolo 1. Legge regionale 28 giugnon. Legge regionale 28 gennaion. Legge regionale 7 maggion. Regolamento regionale 1 luglion. Legge regionale 16 luglion.

Regolamento regionale 10 marzon. Regolamento regionale 18 agoston. Provvedimento Consiglio regionale 22 marzon.

Legge regionale 22 dicembren. Provvedimento Consiglio regionale 28 giugnon. Legge regionale 5 novembren. Provvedimento Consiglio regionale 2 aprilen. Legge regionale 11 aprilen.

legge regionale 27 gennaio 1981, n. 5.

Legge regionale 31 ottobren. Provvedimento Consiglio regionale 7 novembren.

legge regionale 27 gennaio 1981, n. 5.

Legge regionale 10 settembren. Regolamento regionale 17 maggion. Regolamento per la gestione del fondo integrato e modificato ai sensi della legge regionale 24 novembren. Legge regionale 7 settembren.


comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *